CASTELLO DI TOOMPEA

Il castello di Toompea è sempre stato la sede del potere in Estonia. È stato una fortezza, la residenza del re danese, un castello dell’Ordine Teutonico. Oggi è la sede del Parlamento estone.

L’attuale sezione rosa frontale in stile barocco è stata aggiunta durante il regno della zarina Caterina la Grande di Russia, mentre la parte posteriore conserva il suo aspetto originario di castello.

A fianco del Giardino del Governatore c’è la torre Pikk Hermann, di 45 metri, con la sua bandiera estone blu, nera e bianca che viene alzata ogni mattina all’alba, mentre suona l’inno nazionale.

DUOMO

La Cattedrale di Santa Maria che si erge sulla collina di Toompea, è la più importante chiesa luterana del paese.

La cattedrale è un mix affascinante di diversi stili architettonici con un esterno gotico ed un pulpito barocco.

La chiesa era il luogo di sepoltura di personaggi nobili, ammirati famosi e comandanti, e ospita anche una collezione unica di stemmi delle famiglie nobiliari baltico – tedesca. I più celebri personaggi che vi sono sepolti sono Pontus de la Gardie, che capitanava le forze svedesi durante la Grande Guerra del Nord, Adam Johann von Krusenstern, l’ammiraglio baltico – tedesco che guidò la prima circumnavigazione russa del globo e lo scozzese ammiraglio Samuel Greig of Fife, noto per essere stato l’amante della zarina Caterina.

CATTEDRALE ALEKSANDR NEVSKIJ

La maestosa chiesa ortodossa russa, a capo della quale c’è il patriarca di Mosca, è la chiesa di più recente costruzione di tutta la città vecchia.

Modellata sull’esempio delle chiese russe del XVII secolo, è stata completata nel 1900. La sua collocazione di fronte alla sede del parlamento non è casuale: la chiesa fu costruita nell’ambito della politica di russificazione delle province Baltiche.

L’interno è ricco di icone e l’ingresso è decorato con mosaici splendidi. Nella torre di sono 11 campane, la più potente delle quali pesa 15 tonnellate ed è la più grande dei Paesi nordici.

La cattedrale prende il nome da Alexander Nevski, principe russo del XIII secolo, che guidò una fortunata battaglia contro i Crociati.

GIARDINO DEL RE DANESE

Il giardino del re danese è il luogo in cui, secondo la leggenda, la bandiera danese cadde dal cielo durante una battaglia, nel 1219, che sancì la vittoria dei danesi sugli estoni. Il giardino prende il suo nome dal re danese Valdemar II, perché si dice che egli abbia fatto tappa con le sue truppe in questo punto prima di conquistare Toompea.

Oggi questo giardino commemora il ruolo che la Danimarca ha avuto nella storia estone. A metà dei gradini che portano a via Rüütli si possono vedere la spade e l’armatura con la croce danese.

È tradizione festeggiare la Giornata di Dannebrog in questo giardino.

PIATTAFORME PANORAMICHE

Proprio come i nobili, che guardavano da Toompea gli artigiani ed i mercanti che vivevano nella città sottostante, il visitatore può godere di una vista mozzafiato a 360˚ dei tetti e delle torri della Città Vecchia, e di tutta Tallinn.

Dalla piattaforma di osservazione di Pakuli potete osservare il mare attraverso il porto, le mura e le torri che circondano la Città Vecchia. Le mura della città e le torri hanno l’aspetto attuale fin dal XV secolo.

La piattaforma di osservazione di Kohtuotsa vi permette di dominare l’intera Città Vecchia. Sulla sinistra, si vedono le chiese medievali: la chiesa di S. Olav e la chiesa dello Spirito Santo. Vicino a quest’ultima, c’è il municipio e sulla destra, la torre di San Nicola.

PIATTAFORME PANORAMICHE

KIEK IN DE KÖK

Una delle torri difensive più belle di Tallinn, Questa torre da cannone alta 38 metri deve il suo nome, “Sbircia in cucina”, alle guardie, che scherzavano sul fatto che potevano vedere dentro la cucina delle case sottostanti dalla torre fortificata. Finita di costruire nel 1475, è stata testata con successo durante il bombardamento della guerra di Livonia e ha ancora quattro palle di cannone di Ivan il Terribile incastrate tra le sue mura.

Oggi la torre ospita un museo in cui ci sono illustrazioni del potere di fuoco che aveva nel Medioevo, e che chiarisce nel dettaglio come il sistema di mura e torri della città si sia sviluppato nei secoli, oltre a mostrare un esempio di delitto e castigo nella vecchia Tallinn.

Il museo fa anche da ingresso ad un affascinante sistema di gallerie nascoste costruite durante la dominazione svedese nel tardo XVI secolo, che passa sotto i vecchi bastioni nella parte sud della collina di Toompea ed era usato per spostare soldati e munizioni, oltre che per spiare il nemico.

PIAZZA DEL MUNICIPIO

Bellissima piazza in stile gotico che un tempo era un mercato medievale e un luogo di ritrovo dove si tenevano concerti e celebrazioni, è stata il centro di Tallinn per otto secoli. In epoca medievale, vicino via Kinga (Scarpa) c’erano le botteghe dei calzolai, mentre le panetterie e vari altri negozi erano a Saiakang (Passaggio del Pane Bianco).

Durante tutta l’estate pullula di caffetterie con de hors dove sedersi al fresco e osservare il viavai della gente, mentre in inverno apre l’idilliaco mercato di Natale con i suoi tipici manufatti e al centro della piazza va eretta un enorme pino come è stato fatto già dal 1441, quando nella piazza è stato eretto il primo albero di Natale pubblico in Europa.

MUNICIPIO

Il Municipio di Tallinn è uno dei monumenti più importanti della città ed è un raro esempio di architettura in Europa perché è l’unico palazzo comunale gotico sopravissuto nell’Europa settentrionale.

Costruito tra il 1371 e il 1404, fu la sede del potere nella città bassa e simboleggiava la ricchezza e il potere della città, ospitando il cuore delle attività economiche politiche e sociali della Lega Anseatica.

All’interno dell’Municipio, la Sala dei Cittadini ha uno stupendo soffitto a volta, mentre I pregevoli scranni (costruiti nel 1374) della Sala del Consiglio sono le più antiche sculture in legno dell’Estonia.

Le sale si trovano al primo piano, mentre il tesoro e la cantina si trovano al pianoterra e il magazzino al piano attico. Dalla torre, alta 64m, si può ammirare un bel panorama. Una banderuola a forma di soldato chiamato Vecchio Tommaso, il simbolo di Tallinn, è stata posta sulla cima della torre nel 1530.

Oggi è un importante edificio di governo e vi si tengono molti concerti e ricevimenti ufficiali.

FARMACIA DEL MUNICIPIO

La farmacia del Municipio, all’angolo della Piazza del Municipio, è la più antica farmacia d’Europa ancora attiva, fin dal 1422. I farmacisti più noti sono stati gli ungheresi Burcharts, che la hanno gestita per dieci generazioni (1581 – 1911).

All’inizio questo negozio somigliava più ad un caffè in cui si potevano acquistare beni di uso quotidiano come marmellate, tè, vino rosso, polvere da sparo, ma anche bevande alcoliche e dolci, specialmente marzapane. Il marzapane si vendeva moltissimo: una leggenda locale vuole che sia stato inventato qui come medicina nel XV secolo. Alcuni rimedi venduti in farmacia in epoca medievale erano l’infuso di serpente, il succo di mummia, l’olio di ambra e il corno di unicorno in polvere (per aumentare il vigore maschile). Il negozio era tanto famoso che lo zar di Russia vi faceva acquisti.

Oggi la farmacia è ancora aperta, e vende medicine moderne, ma all’interno si trova una interessante esposizione delle apparecchiature mediche del XVII-XX secolo.

FARMACIA DEL MUNICIPIO

CHIESA DELLO SPIRITO SANTO

La chiesa dello Spirito Santo ha avuto un ruolo importante nella storia estone perché dopo la Riforma divenne una congregazione estone e da allora qui si tengono i sermoni in estone. La chiesa ha avuto diversi sacerdoti famosi tra cui per esempio Johann Koell, la cui traduzione del catechismo pubblicata nel 1535 è considerata il primo libro in estone, e Balthasar Russow, autore delle “Cronache Livoniane” nel 1578.

La chiesa è conosciuta anche per i suoi interni con banchi barocchi, un pulpito rinascimentale e l’altare pieghevole del famoso artista di Lubecca Bernt Notke. L’orologio colorato dipinto sulla facciata della chiesa è ritenuto il più antico di Tallinn, con incisioni del 1684.

CHIESA DELLO SPIRITO SANTO

PALAZZO DELLA GILDA MAGGIORE

The Great Guild was the most important organisation in any medieval hanseatic town. Like all the guilds and dwellings of wealthier merchants, the Great Guild Hall is situated on the Pikk (Long) Road, the town’s main street that led from the port to the town centre.

Featuring a characteristic high staircase in front, a Gothic arched doorway and huge quadrangular windows on either side of the door, this medieval masterpiece has the furnaces in the cellar, living quarters on the ground floor and storage area on the upper floors.

Today the renovated building houses Estonian History Museum that introduces you the “spirit of Survival.” This exhibition with multimedia and interactive displays gives good overview of how people have lived, fought, and survived over 11.000 years. 

CHIESA DI SANT'OLAF

La chiesa di Sant’ Olav è uno dei capisaldi storici di Tallinn; deve il suo nome al re Olav II Haraldsson di Norvegia, patrono dei marinai, ed è stata costruita attorno al 1267 per ordine dei mercanti scandinavi.

Tra il 1549 e il 1625, Sant’ Olav con la sua altissima guglia di 159 m. era l’edificio più alto del mondo a fare da punto di riferimento per le barche in avvicinamento e dava a Tallinn il ruolo di una città mercantile.

Si è rivelata inoltre un ottimo “parafulmine” e ha preso fuoco ben tre volte! Oggi il magnifico campanile di 124 metri sovrasta il panorama della città e offre una vista mozzafiato e a 360˚ a chi voglia salire la scalinata medievale e arrampicarsi su 258 scalini per arrivare alla vetta.

CHIESA DI SAN NICOLA

La chiesa di San Nicola è stata costruita dai mercanti tedeschi nel XIII secolo ed è dedicata al santo patrono dei commercianti e degli uomini di mare. Sfortunatamente, è bruciata durante un raid della Seconda guerra Mondiale nel 1944. Ricostruita in seguito, ora è la sede di un museo specializzato in arte religiosa.

Il pezzo più famoso della collezione è un incredibile quadro del XV secolo chiamato Danse Macabre (“Danza con la Morte ”) di Bernt Notke – considerato l’opera d’arte di maggior valore del paese perché si tratta dell’unico dipinto di quel genere su tela rimasto intatto fino ai nostri giorni.

Ci sono altri favolosi esempi di arte religiosa medievale tra i quali candelabri barocchi e rinascimentali, lastre sepolcrali e deliziosi altari del Xv e XVI secolo. Nella Stanza d’Argento si trova una collezione di pezzi unici che sono appartenuti ai membri delle corporazioni di Tallinn.

La chiesa è nota per la sua ottima acustica e spesso viene usata come sala concerti.

MONASTERO DOMINICANO

Tra i più antichi edifici di Tallinn, il monastero fu fondato nel 1246. Fondato da monaci scandinavi dediti alla conversione dei pagani estoni e all’educazione della popolazione locale, il monastero è stato devastato durante la Riforma del 1524 ed è rimasto per quattro secoli in stato di abbandono. Nel 1954 l’edificio fu restaurato e oggi aperto al pubblico: Nel chiostro ci sono i dormitori dei monaci, la biblioteca, il priorato, il refettorio, e molte altre sale che danno una interessante panoramica di come vivevano i monaci medievali.

Al piano seminterrato c’è una colonna energetico che, si dice, ha potere misterioso che dona salute fisica e mentale. Lo splendido cortile del monastero è accessibile dalla vicina Chiesa Cattolica di Pietro e Paolo ed è nota come uno dei posti più affascinanti degli Stati Baltici. Un antico passaggio dei monaci mostra splendidi esempi di scultura nella pietra medievale, una collezione più vasta dell’Estonia. Da qui si possono sentire i monaci cantare mentre ci si aggira nei corridoi.

PASSAGGIO DI CATERINA &
CORTILE DEI MAESRTI

Il delizioso passaggio medievale di Santa Caterina, sul lato sinistro della chiesa di Santa Caterina, ospita la Gilda di Santa Caterina – un insieme di studi artigianali in cui gli artisti utilizzano metodi tradizionali di creazione di cappelli, trapunte, oggetti in vetro, ceramiche, gioielli, seta disegnata a mano e altri prodotti. Questi laboratori incantevoli si trovano all'interno di piccole stanze del XV-XVII secolo dove i visitatori possono osservare anche come lavorano gli artisti e comprare un souvenir.

Il Cortile dei Maestri è senza dubbio il cortile più romantico della città: in parte del XIII secolo, adesso perfettamente restaurato e offre gioielli e artigianato a fianco di un piccolo bar-negozio dove si degustano tè e cioccolatini vari in un'atmosfera idilliaca.